La Spagna: terra radiosa e ospitale, nonché partner economico di primo piano per l’Italia.

Alejandra, Temporary Export Manager per la Spagna, ci guiderà alla scoperta di questo Paese.

“La Spagna è un paese fatto di persone molto aperte e disponibili – racconta Alejandra – per loro è molto importante la relazione personale, ricordano ogni dettaglio che viene detto. Si riesce bene a lavorare stando lontani finché si presenta il prodotto in questione, ma quando si arriva al punto di dover chiudere il contratto bisogna trovarsi sempre davanti per una bella chiacchierata. Una volta che piace la proposta e la persona che la presenta l’affare è fatto”.

“L’Italia viene vista come un paese forte e con molte idee – continua Alejandra -. Secondo gli spagnoli qui in Italia siamo innovativi; l’ho sempre sentito dire questo: voi italiani avete sempre un sacco di idee nuove”.

La TEM per la Spagna prosegue raccontando quali sono i prodotti maggiormente apprezzati: “I prodotti che vengono maggiormente apprezzati sono sicuramente la pasta, la salsa di pomodoro, il vino ma dipende dalle zone della Spagna visto che anche loro sono ottimi produttori in alcune regioni. Viene ricercata la pizza, la mozzarella e molti salumi visto che sono diversi dai loro. Apprezzano molto anche i macchinari e le automobili prodotte in Italia”.

Alejandra racconta anche delle difficoltà: “La maggiore difficoltà nei rapporti commerciali può essere quella di dover adattare i prezzi, infatti il costo della vita in Spagna è più basso ma anche gli stipendi sono più bassi. Si possono incontrare delle difficoltà anche nei trasporti che possono essere abbastanza costosi, soprattutto nella parte ovest e isole. Un’eccezione è quella delle delle Isole Canarie in cui è stata creata una Zona Franca”.

Ma come avviene l’approccio? Alejandra risponde: “Come detto precedentemente l’approccio viene fatto al 100% una volta che ci si incontra direttamente di persona. Le possibilità sono due: o si va direttamente da loro oppure si ospita in Italia per mostrare l’azienda e la produzione. Gli spagnoli, persone molto ospitali, gradiscono molto questo approccio, infatti se si arriva a questo punto la relazione commerciale è quasi conclusa”.

“Fare impresa in Spagna, cioè aprire un’azienda lì costa molto meno a livello di imposte e burocrazia rispetto che in Italia, inoltre ci sono molti contributi ed aiuti per chi ha voglia di cominciare”: conclude la Temporary Export Manager per la Spagna.