Esportare in Polonia

le sfide globali sono un'opportunità

"Gli slavi si concedono volentieri, ma non si danno mai. E Chopin è più polacco della Polonia."

Louis Enault

Quadro macroeconomico generale

Dal 2004 dopo l’adesione all’UE la Polonia registra una buona crescita, derivata soprattutto dall’aumento della domanda interna, delle esportazioni e dalla produzione dell’industria.

PIL

La crescita del PIL ha raggiunto un tasso notevole, riuscendo ad ottenere cifre positive anche durante gli anni della Grande Recessione (l’unico tra i Paesi dell’Unione Europea). Nonostante il rallentamento dovuto alla recente crisi economica e ad un clima di incertezze, il PIL mantiene la sua positività addirittura aumentando negli ultimi anni. Di fatto la Polonia si rivela un Paese dell’Unione Europea con notevoli tassi di sviluppo e i pronostici di crescita sembrano favorevoli anche per i prossimi due anni.

Mercato

La crescita dell’economia polacca è caratterizzata da una notevole dimensione e capacità d’assorbimento del mercato interno; la crescente domanda insieme alla possibilità di accesso a finanziamenti UE crea forti opportunità per le esportazioni in Polonia. La Polonia è inoltre favorita da una posizione geografico-strategica che la colloca al centro delle direttrici europee per gli scambi commerciali. Il Paese attrae un crescente interesse di aziende europee ed extra-europee grazie non solo alla disponibiltà e apertura delle Autorità polacche verso gli investimenti esteri e alle agevolazioni fiscali e logistiche offerte nelle Zone Economiche Speciali (ZES), ma anche alla sua peculiare capacità di fungere da passaggio logistico e distributivo per proiettarsi verso i mercati dell’est.

Rapporti con l’Italia

Le relazioni economiche e commerciali tra Italia e Polonia sono da anni ottime e nel tempo si sono rafforzati i legami tra i due Paesi, con positivi trend di crescita degli scambi bilaterali e notevoli investimenti diretti italiani in Polonia.

Importazioni ed esportazioni in Polonia

L’Italia da anni è il quarto Paese fornitore della Polonia. L’export italiano verso la Polonia continua a crescere raggiungendo il valore di 11.500 milioni di euro. I principali settori delle esportazioni verso la Polonia riguardano: meccanica strumentale; autoveicoli; prodotti metallurgici; prodotti chimici, in aumento anche i valori di esportazioni per quanto riguarda vino e prodotti alimentari.

Situazione economica, politico/giuridica e sociale

La Polonia trae notevoli vantaggi dalle sue dimensioni demografiche che la pongono al sesto posto fra i Paesi UE e da una posizione geografico-strategica, attrae aziende europee ed extra-europee operanti in settori ad alto contenuto tecnologico grazie anche agli incentivi fiscali offerti nelle Zone Economiche Speciali (ZES), alla disponibilità di manodopera qualificata e alle notevoli risorse finanziarie derivanti dai fondi strutturati UE. Il Paese rimane comunque uno dei più poveri dell’UE con un’economia caratterizzata da disomogenetà di sviluppo tra le 16 regioni e all’interno di queste tra zone rurali e urbane. Dall’ingresso nell’UE la Polonia ha avuto la necessità di costruire e ammodernare varie infrastrutture per raggiungere gli standard comunitari, pertanto ha ricevuto ingenti fondi dall’Unione Europea.

Feeling

Vicinanza geografica, capitale umano dall’alta professionalità, cooperazione economica di lunga durata, sviluppo infrastrutturale e innovazione tecnologica e informatica rendono l’Italia un ideale partner commerciale per la Polonia.

export Esportare in Polonia

Dove vuoi esportare?

In breve:

  • Capitale: Varsavia
  • Popolazione: 37,950,000
  • Lingua: Polacco
  • PIL: 0.48 migliaia di miliardi USD
  • Crescita PIL(2014): 2.7%
  • Valuta:Zloty
  • Importazione dall' Italia(2014): 10 miliardi USD
  • Cosa esportare:
    • Macchinari e apparecchi
    • Materie plastiche
    • Vetture

I dati menzionati sono relativi alle ultime statistiche rilevate

Diventa internazionale con E-Team International. Contattaci.

*Acconsento al trattamento dei dati secondo la Privacy Policy
Acconsento all'invio di comunicazioni commerciali