Esportare in Francia

le sfide globali sono un'opportunità

"In Francia, tutto accade, soprattutto ciò che è impossibile."

François de La Rochefoucauld

Quadro macroeconomico generale

PIL

Nel 2016 si è registra in Francia una crescita del PIL dell’1,6%, in miglioramento rispetto all’aumento dell’1,2% registrato nel 2015. Un risultato positivo legato all’aumento dei consumi e all’organizzazione degli europei di calcio.

Mercato

Il potere d’acquisto registra un moderato aumento (+1,7%), insieme ad un aumento dei salari nominali dell’1,5% nel settore privato, e dell’1,3% nel settore pubblico. Le principali ragioni che hanno permesso questo sviluppo economico riguardano un aumento dei consumi interni (+1,6%) e degli investimenti privati (+4,7%). Alcune dinamiche esterne quali la “Brexit” potrebbero creare una certa agitazione del mercato a livello europeo rischiando di incidere su questi dati positivi.

Importazioni ed esportazioni in Francia nel Mercato globale

Negli ultimi anni c’è stato un aumento di interesse delle imprese estere verso l’economia francese per quanto riguarda importazioni ed esportazioni. Questo ha contribuito alla crescita nel settore del commercio (+1,4%), dei servizi (+2,8%) e delle costruzioni (+0,3%).

Mercato del Lavoro

La recente e stabile crescita ha contribuito alla diminuzione del tasso di disoccupazione, riportando un calo dal 10,2% al 9,8% e un aumento di 210 mila posti di lavoro. Inoltre questo ritmo accelerato dell’economia francese dovrebbe indicare una discreta ripresa dei prezzi, fino ad ora risultati negativi.

Rapporti con l’Italia

Grazie alla prossimità geografica e culturale, l’Italia e la Francia presentano un buon interscambio, raggiungendo cifre che si attestano sui 70 miliardi di euro (circa 200 milioni al giorno di importazioni ed esportazioni in Francia e in Italia).

Importazioni ed esportazioni in Francia di prodotti italiani

I segmenti più ricercati per le esportazioni in Francia riguardano il settore automobilistico, elettronico, agroalimentare e farmaceutico. La quota di esportazioni in Francia a favore delle imprese italiane è pari al 7,7%, dietro solo alla Germania e al Belgio, che si traduce in un giro daffari pari a circa 41 miliardi di euro.

Situazione economica, politico/giuridica e sociale

La situazione economica, politico/giuridica e sociale è stabile e favorevole allo sviluppo del mercato interno e degli interscambi commerciali, rendendo intensi anche i legami economici e commerciali con l’Italia, oramai solidi e duraturi.

Deficit commerciale

Negli ultimi anni il deficit commerciale francese ha registrato un incremento, causato principalmente da un aumento delle importazioni di beni energetici e dalla riduzione della competitività nei settori attivi nel commercio.

Feeling

La condivisione di ideali europeisti, vicinanza geografica, collaborazioni politiche e convergenza di vedute su numerose tematiche consolidano il rapporto tra Italia e Francia anche oltre la bilancia commerciale.

export Esportare in Francia

Dove vuoi esportare?

In breve:

  • Capitale: Parigi
  • Popolazione: 66,917,700
  • Lingua: Francese
  • PIL: 2.94 migliaia di miliardi USD
  • Crescita PIL(2014): 1.6%
  • Valuta:Euro
  • Importazione dall' Italia(2014): 42 miliardi USD
  • Cosa esportare:
    • Calzature
    • Combustibili minerali
    • Materie plastiche
    • Vetture automobili

I dati menzionati sono relativi alle ultime statistiche rilevate

Diventa internazionale con E-Team International. Contattaci.

*Acconsento al trattamento dei dati secondo la Privacy Policy
Acconsento all'invio di comunicazioni commerciali