Esportare in Brasile

le sfide globali sono un'opportunità

"Ci sono alcuni paesi e villaggi del Brasile che non hanno una chiesa, ma non ne esiste neanche uno senza un campo di calcio."

Eduardo Galeano

Quadro macroeconomico generale

Nonostante il periodo di Crisi che sta affrontando, il Paese più esteso dell’America Meridionale sembra dimostrare una buona ripresa economica per i prossimi anni.

PIL

Nel biennio 2014/2015 il Paese dovette affrontare un forte calo del PIL nazionale (maggiore del 7%). Di fatto il PIL del Brasile non registrava un tasso negativo per due anni consecutivi fin dai tempi degli anni ’30. Il problema principale riguarda la sostenibilità dei conti pubblici, come l’elevato deficit pubblico (9,6%) ed il debito pubblico in aumento. Inoltre nel 2015 anche il tasso d’inflazione registra un dato decisamente superiore rispetto agli anni precedenti (+8,5% a settembre). Benché il mercato brasiliano stia attraversando un periodo economicamente molto impegnativo, il ministro della Finanza del Brasile, Henrique Meirelles, garantisce un miglioramento del PIL dal 3,5% al 4% per il 2017.

Mercato

Importazioni ed esportazioni in Brasile

Fin dagli anni ’60, il Mercato nazionale ha iniziato un processo di forte sviluppo nel campo delle importazioni e delle esportazioni in Brasile. Tra i tradizionali prodotti esportati dal Brasile si possono trovare il caffè, il quale occupava il 70% delle esportazioni brasiliane dall’inizio del XX secolo, e il cacao, pianta tipica brasiliana. Le esportazioni di prodotti brasiliani rappresentano un pilastro fondamentale per la stabilità dell’economia brasiliana. Infatti negli ultimi anni è uno dei pochi settori in forte positività, dovuto soprattutto alla forte richiesta estera, nel Mercato brasiliano (6,2%), soprattutto nel comparto automobilistico (+77%). Al contrario, le importazioni registrano una decrescita maggiore (-13,9%).

Mercato del Lavoro

Per quanto riguarda il Mercato del Lavoro, il problema della disoccupazione è alquanto diffuso nel Paese, ammontando l’11% nel secondo trimestre dell’anno e tuttora in crescita. Ciò nonostante nel 2017 il governo tenterà di far approvare una serie di misure, le quali potrebbero essere in grado di affrontare efficacemente la crisi lavorativa nel 2018.

Rapporti con l’Italia

Importazioni ed esportazioni in Brasile da parte delle imprese italiane

Le esportazioni in Brasile da parte delle aziende italiane risultano positive e in lieve crescita. Oltre il 50% viene occupato da una sezione di alto valore aggiunto, quali materiali per il settore di automobili, macchine utensili, vaccini e prodotti terapeutici. Le aziende italiane focalizzano le loro esportazioni in Brasile in particolare sulle telecomunicazioni (oltre il 30%) e sul settore automobilistico (attorno al 30%).

Situazione economica, politico/giuridica e sociale

Malgrado le notevole frequenza di criminalità organizzata, nel complesso la situazione sociale del Brasile procede con regolarità.

Feeling

Notando la decrescita delle esportazioni di prodotti brasiliani verso altri Paesi, il Brasile mostra uno scarso interesse di investimento all’estero e intende mantenere solidi contatti con i medesimi partner commerciali, ovvero il Cono Sud e gli USA.

export Esportare in Brasile

Dove vuoi esportare?

In breve:

  • Capitale: Brasilia
  • Popolazione: 203,388,000
  • Lingua: Portoghese
  • PIL: 2.35 migliaia di miliardi USD
  • Crescita PIL(2014): -3.8%
  • Valuta:Real brasiliano
  • Importazione dall' Italia(2014): 4 miliardi USD
  • Cosa esportare:
    • Abbigliamento
    • Alimentari
    • Bevande

I dati menzionati sono relativi alle ultime statistiche rilevate

Diventa internazionale con E-Team International. Contattaci.

*Acconsento al trattamento dei dati secondo la Privacy Policy
Acconsento all'invio di comunicazioni commerciali