Il MISE mette a disposizione 26 milioni di € per le PMI

I Voucher per l’Internazionalizzazione sono contributi a fondo perduto messi a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) per le PMI che intendono implementare e/o sviluppare un processo di internazionalizzazione attraverso la figura del Temporary Export Manager (TEM). In particolare possono beneficiare dei contributi le micro, piccole, medie imprese, le Reti di imprese con fatturato minimo di 500.000 € e le start up innovative iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese.

Sono previste due tipologie di agevolazioni:

  • Early stage: contributo a fondo perduto di 10.000 € per un contratto di servizio con importo minimo di 13.000 € al netto di IVA. Per le aziende già beneficiarie nel 2015 il valore del contributo è di 8.000 €. La durata minima del progetto è di 6 mesi.
  • Advanced stage: contributo a fondo perduto di 15.000 € per un contratto di servizio con importo minimo di 25.000 € al netto di IVA. Il contratto di servizio dovrà avere durata minima di 12 mesi.
    Possibilità di un contributo aggiuntivo di 15.000 € a fronte del raggiungimento di specifici obiettivi di vendita all’estero:

    • incremento del volume d’affari derivante da operazioni verso Paesi esteri registrato nel corso del 2018, ovvero nel corso del medesimo anno e fino al 31 marzo 2019, rispetto al volume d’affari derivante da operazioni verso Paesi esteri conseguito nel 2017, deve essere almeno pari al 15%;
    • incidenza percentuale del volume d’affari derivante da operazioni verso Paesi esteri sul totale del volume d’affari, nel corso del 2018, ovvero nel corso del medesimo anno e fino al 31 marzo 2019, deve essere almeno pari al 6%.

Il Ministero dello Sviluppo Economico mette a disposizione le risposte ad alcune domande frequenti che riguardano i contributi forniti che ti riportiamo qui:

  • L’ottenimento del contributo aggiuntivo pari a euro 15.000 deve essere collegato ad un incremento dell’importo del contratto di servizio sottostante la fruizione del voucher advanced stage?
    No, l’erogazione del contributo aggiuntivo previsto all’articolo 5, comma 3, del DM 17 luglio 2017, se richiesto e assegnato, non è legata ad un incremento dell’importo del contratto di servizio né tantomeno del periodo di esecuzione dello stesso, che deve rispettare i termini temporali previsti all’articolo 10 del DD 18 settembre 2017.
  • Nel caso in cui le risorse finanziarie destinate ai voucher advanced stage (riserva prevista all’articolo 2, comma 5, del DM 17 luglio 2017) non fossero impegnate per insufficienza di richieste, le stesse possono essere utilizzate per l’assegnazione dei voucher early stage?
    Sì, tenuto sempre conto dei requisiti di ammissibilità e dell’ordine cronologico di ricezione delle domande.
  • È possibile modificare la scelta in merito alla tipologia di voucher (early / advanced / advanced + contributo aggiuntivo) successivamente all’assegnazione dello stesso?
    No, l’indicazione della tipologia di voucher effettuata in sede di domanda, non può in alcun modo essere modificata successivamente.
    Posso richiedere il voucher advanced stage senza opzionare necessariamente il contributo aggiuntivo di cui all’articolo 5, comma 3, del DM 17 luglio 2017?
    Sì, come previsto all’articolo 7, comma 7, del DD 18 settembre 2017, la fruizione del contributo aggiuntivo è facoltativa. Tale scelta deve essere effettuata in sede di presentazione della domanda e non è in alcun caso modificabile successivamente.
  • Le imprese beneficiarie del voucher relativo alla prima edizione (DM 15 maggio 2015), possono richiedere il voucher advanced stage? In tal caso l’importo dello stesso varia così come per il voucher early stage?
    Sì, le imprese già assegnatarie di un voucher a valere sulla prima edizione possono richiedere il voucher advanced stage o l’early stage. Ma, mentre nel caso si scelga l’early stage l’importo del voucher è ridotto a 8.000 euro (a fronte di un contratto di servizio almeno pari a 13.000 euro al netto dell’IVA), qualora si scelga l’advanced stage l’importo del voucher sarà sempre di 15.000 euro (a fronte di un contratto di servizio almeno pari a 25.000 euro al netto dell’IVA).
  • Per le imprese che sono state assegnatarie del voucher a valere sulla prima edizione (DM 15 maggio 2015), ma che hanno successivamente rinunciato allo stesso, ovvero sono state oggetto di provvedimento di revoca/decadenza, ovvero non hanno presentato la rendicontazione finale di spesa, l’importo del voucher early stage è sempre pari a euro 8.000?
    Si.

Per avere maggiori informazioni sul Voucher Internazionalizzazione scrivici, il nostro personale ti contatterà al più presto:

*Acconsento al trattamento dei dati secondo la Privacy Policy

Acconsento all'invio di comunicazioni commerciali